RoboGio 2.3 al GJC 2019

by / venerdì, 15 novembre 2019 / Published in Francesco, Scuola

 

 

RoboGio 2.3 al GJC 2019

per lo ITIS “GIOVANNI XXIII’”

 

 

Gli allievi arrivano tutti a risultati di eccellenza nel confronto internazionale se le scuole realizzano il massimo d’inclusione (Tullio De Mauro).

 

Il 11-12-13 Novembre si svolgerà a Roma la nona edizione del GLOBAL JUNIOR CHALLENGE 2019.

L’edizione 2019 del Global Junior Challenge è dedicata all’Obiettivo 4 dell’Agenda 2030, un’istruzione di qualità per tutti. Come ottenerla?

Iniziamo dal ripensare i modi di insegnamento a scuola, utilizzando il digitale nel modo giusto, sollecitando il lavoro di squadra e mettendo in rete esperienze di insegnati e ragazzi, come suggeriva il professor Tullio De Mauro. Questo porta a risultati straordinari, diceva il professore. Il talk “LA SCUOLA E LA CRESCITA COMPLESSIVA” vuole andare proprio in questa direzione. Chiamiamo a raccolta padri, madri, docenti, associazioni, mobilitiamo tutti per la crescita della comunità.

Sul palco e in platea infatti diamo voce ai protagonisti interni ed esterni alla scuola perché non è solo nelle mura della scuola che si contribuisce alla crescita complessiva di ogni singolo individuo.

 

Storicamente promosso da Roma Capitale, organizzato ogni due anni dalla Fondazione Mondo Digitale, GJC seleziona e premia le best practice nell’ambito tecnologico rivolte all’educazione del XXI secolo. Nell’edizione 2017 la giuria internazionale ha selezionato 90 progetti finalisti provenienti da 16 paesi di 4 continenti: Asia, Europa, Africa e America. Nella banca dati di 8 edizioni oltre 3.700 progetti, provenienti da ogni parte del mondo, e oltre 600 casi di successo scelti dalla giuria internazionale.

Dal 2017 la manifestazione è dedicata al linguista Tullio De Mauro, che per oltre 10 anni, come presidente, ha guidato la Fondazione Mondo Digitale. A lui è anche intitolato il “Premio Tullio De Mauro alla Scuola che Innova e Include”, una menzione speciale per ricordare l’impegno civile del Maestro, proseguirne l’attività e nello stesso tempo continuare a valorizzare il prezioso ruolo di dirigenti e docenti che lavorano quotidianamente coniugando inclusione e qualità dell’offerta formativa. L’ottava edizione ha anche ospitato il convegno “La scuola secondo De Mauro”: un’originale jam session con i grandi nomi della cultura italiana per raccontare e fare la scuola secondo gli insegnamenti del noto linguista. Sono intervenuti donne e uomini che in settori diversi hanno incrociato il loro lavoro con il pensiero dello studioso, esperto di scuola e istruzione.

La manifestazione è l’evento conclusivo di un insieme di attività che promuovono il ruolo strategico delle nuove tecnologie nella circolazione delle conoscenze, nella cooperazione interculturale, nella lotta alla povertà educativa e nella riduzione del divario sociale. Per accelerare il raggiungimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) entro il 2030.

L’esposizione internazionale è l’occasione per valorizzare i progetti finalisti della nona edizione del Global Junior Challenge per permettere ai protagonisti di conoscersi e stringere nuove alleanze. Nella banca dati di 9 edizioni 4.000 progetti, provenienti da ogni parte del mondo, e oltre 600 casi di successo selezionati dalle giuria internazionali di esperti.

La scelta di Biblioteche di Roma come sede principale della nona edizione del Global Junior Challenge non è casuale. Il linguista Tullio De Mauro, da sempre sostenitore e alleato di tutte le biblioteche nelle sue battaglie civiche per la cultura come partecipazione, è stato anche il primo presidente dell’istituzione bibliotecaria romana.

 

Il calendario di questa edizione, preso dal sito ufficiale, prevede:

 

11 DICEMBRE 2019

Biblioteche di Roma – Museo civico di Zoologia

9 – 9.45 INAUGURAZIONE DELLA MANIFESTAZIONE

APERTURA DELLO SPAZIO ESPOSITIVO INTERNAZIONALE

Biblioteche di Roma – Sala conferenza

10 – 12 TALK “LA SCUOLA E LA CRESCITA COMPLESSIVA”

Sessione plenaria interattiva con pubblico

Punteggiano la mattina di lavoro comune alcuni sondaggi che coinvolgono il pubblico per “misurare” la percezione dello stato di avanzamento nell’attuazione dei 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile e la conoscenza dei principali numeri della scuola (studenti con bisogni speciali, studenti con cittadinanza non italiana ecc.). Sono realizzati in modalità Byod ed elaborati in tempo reale.

Biblioteche di Roma – Museo civico di Zoologia

10 – 16 ESPOSIZIONE

Area dimostrativa con i progetti finalisti del concorso Global Junior Challenge.

Per l’intera giornata dimostrazioni e mini laboratori aperti al pubblico sono animati dagli autori dei progetti finalisti della nona edizione del Global Junior Challenge.

Oltre agli stand dei finalisti sono presenti alcuni corner speciali: dal corner dedicato al progetto CS First di Google agli stand con focus sulle principali sfide dell’istruzione (intelligenza artificiale, apprendimento permanente, educazione personalizzata ecc.).

Biblioteche di Roma

14.30 -17.30 LABORATORI PER STUDENTI E DOCENTI

in sinergia con alcuni progetti europei (Programma Erasmus) e altre iniziative di rilevanza internazionale.

Nella progettazione dei laboratori si privilegia la metodologia “Kit:Cut” che promuove la condivisione delle conoscenze secondo i principi dell’innovazione aperta. Come funziona? Si scaricano i file, si realizzano gli strumenti, si condivide l’esperienza e si creano nuovi percorsi da condividere. La Fondazione Mondo Digitale anima quattro moduli: Storie infinite con il laser book, Ritagli in movimento con stop motion, Esperienze creative con i robot emotivi e La scuola fai da te con gli arredi low cost.

 

Biblioteche di Roma

14 – 16 SESSIONE CREATIVA LSP CON I DIRIGENTI SCOLASTICI

Sessione di progettazione collettiva, con la metodologia Lego® Serious Play®, per arrivare a una visione comune di istruzione di qualità e a un manifesto programmatico da condividere con la società civile e i decisori politici.

La metodologia LSP aiuta a visualizzare la complessità e a trovare soluzioni innovative, grazie all’efficace sinergia che si crea tra le intelligenze messe in connessione. La sessione di lavoro è guidata da Cecilia Stajano, Lego® Serious Play® Trained LSP facilitator, coordinatrice del settore Innovazione nella scuola e community manager della Fondazione Mondo Digitale.

 

 

 

Ad Maiora

Francesco

 

Per ulteriori informazioni visitate il sito ufficiale della manifestazione: http://www.gjc.it/it

(link utili = http://www.iduesarchiaponi.com/category/link-utili/)

 

 

 

 

(23)

Tagged under: , , ,

Lascia un commento

TOP