Quelle stanze piene di fumo (Alberto & Paolo)

by / lunedì, 12 Gennaio 2015 / Published in Per non dimenticare

Parlando ubriachi di nostalgie lontane,

in un mare che finisce all’orizzonte,

succede che telefonando ad un amico

lo trovi distante da lui un decennio.

Parlando ubriachi di nostalgie lontane,

non vedi che vicino ti passa una puttana,

sullo sfondo un edicola di gente

impoverita da valigie piene di niente.

Parlando ubriachi di nostalgie lontane,

capita che ti sorprendi riflesso in uno specchio,

l’altra parte di te stesso fa il pagliaccio

e della tua amarezza si fa beffa.

Passeggiando nei vicoli di Roma

è bastato alzare gli occhi al cielo,

quelle stanze piene di fumo squarciano il velo,

improvvisamente l’inquietudine si doma.

Passeggiando nei vicoli di Roma

puoi scoprire un’artista sui marciapiedi,

leggere sui muri viaggi di poeti.

Immergerti in piazze con fontane piene di pittori.

Passeggiando nei vicoli di Roma

ti liberi nel pensare di scrivere una canzone,

non servirà forse a niente,

ma è ancora bello

combattere contro i mulini a vento.

Passeggiare nei vicoli di Roma è…

uno stato d’animo.

(95)

Tagged under: ,
TOP