Pompeii per i latini, oggi Pompei.

by / sabato, 04 aprile 2020 / Published in Archeologia1, Il blog, Viaggiando .....

Quel fatidico giorno del 79 d.C. tutto si fermò istantaneamente, per molti la vita cessò, Pompei era scomparsa sotto la materia eruttiva del Vesuvio, la zona antica non sarebbe stata più ricostruita, ma proprio per questo quando tornò alla luce restituì quell’ultimi istanti di vita. È anche vero che i primi scavi archeologici più che a studiare servirono a trafugare tutto ciò che di prezioso e di bello si trovava… questa però è un’altra storia. Col passare degli anni le mode cambiarono e molti archeologi e storici s’impegnarono, con grande professionalità e passione, per conoscere, imparare e raccontare ciò che si fermò in quel 79, capire e farci sapere quale fosse la vita, l’architettura, l’arte, il commercio, il quotidiano… di quella città, da quando nacque a quando il Vesuvio con la sua inarrestabile forza decise di fermare.

“…Una nube nera e terribile, squarciata da guizzi serpeggianti di fuoco, si apriva in vasti bagliori d’incendio: erano essi simili a folgori, ma ancora più estesi… Dopo non molto quella nube si abbassò verso terra e coprì il mare… Allora mia madre si mise a pregarmi… che in qualsiasi modo cercassi scampo… Cadeva già della cenere, ma ancora non fitta. …Scese la notte, non come quando non v’è luna o il cielo è nuvoloso, ma come quando ci si trova in un locale chiuso a lumi spenti. Udivi i gemiti delle donne, i gridi dei fanciulli, il clamore degli uomini: gli uni cercavano a gran voce i genitori, altri i figli, altri i consorti, li riconoscevano dalle voci; chi commiserava la propria sorte, chi quella dei propri cari: ve n’erano che per timore della morte invocavano la morte… Riapparve un debole chiarore, che non ci sembrava il giorno, ma l’inizio dell’approssimarsi del fuoco. Ma questo si fermò a distanza e di nuovo furono le tenebre, di nuovo cenere in gran copia e spessa. Noi ci alzavamo a tratti per scrollarla di dosso, altrimenti ne saremmo stati ricoperti e anche oppressi dal suo peso. …Alfine quella caligine si attenuò e svanì in una specie di fumo o di nebbia: quindi fece proprio giorno, anche il sole apparve, ma livido, come quando è in eclisse. Agli sguardi ancor trepidanti il paesaggio appariva mutato e ricoperto da una spessa coltre di cenere, come fosse nevicato. …Prevaleva il timore; giacché le scosse di terremoto continuavano e molti fuor di senno con delle previsioni terrificanti crescevano quasi a gioco i propri e gli altrui malanni. Noi però, benché scampati ai pericoli e in attesa di nuovi, neppure allora pensavamo a partire, finché non ci giungesse notizia dello zio”. (Plinio il Giovane)

Ecco il Vesuvio, poc’anzi verdeggiante di vigneti ombrosi, qui un’uva pregiata faceva traboccare le tinozze; Bacco amò questi balzi più dei colli di Nisa, su questo monte i Satiri in passato sciolsero le lor danze; questa, di Sparta più gradita, era di Venere la sede, questo era il luogo rinomato per il nome di Ercole. Or tutto giace sommerso in fiamme ed in tristo lapillo: ora non vorrebbero gli Dei che fosse stato loro consentito d’esercitare qui tanto potere.” (Marziale Lib. IV. Ep. 44).

Crederanno le generazioni a venire… che sotto i loro piedi sono città e popolazioni, e che le campagne degli avi s’inabissarono?” (Publio Papinio Stazio, Silvarum Liber III).

Parlare di Pompei non è semplice, senza scrivere un’intero volume, ma in qualche modo ho cercato di farlo. Per rendere la lettura più semplice ho diviso la narrazione in argomenti separati, ovviamente, tra loro collegati, se la cosa è riuscita, lo direte voi… con le viste che farete… BUONA LETTURA.

.

Basta un click per iniziare il viaggio…

.

Un po’ di Storia della Città.

.

L’urbanistica di Pompei.

.

Gli Edifici Pubblici della Città.

.

Gli Edifici Religiosi della Città.

.

Le Ville di Pompei

.

Le Case della Città

.

Altre Case della Città

.

Le Attività Commerciali,

Le Necropoli

.

.

.

Un altro click per immergersi nell’Album Fotografico…

.

.

.

Ancora uno per continuare il viaggio nei Siti Vesuviani…

.

.

La Mappa della Città Antica

La ..L

L.

(23)

Lascia un commento

TOP