corso 2018 L11

by / martedì, 13 Febbraio 2018 / Published in Archivio Robotica

 

 

LEZIONE n° 11

ROBOT RESCUE

 

 

Con questa lezione introduciamo la categoria per i robot del RESCUE.

 

Scenario: un terreno pericoloso per gli umani per raggiungere le vittime.

Il robot deve essere in grado di portare soccorso in maniera completamente autonoma e senza sussidio umano.

Il robot deve percorrere un terreno infido con dossi, irregolarità e macerie senza bloccarsi.

Quando il robot trova le vittime deve trasportarle con cura al protetto punto.

Infine il robot deve uscire dall’area pericolosa.

La gara è divisa in due categorie:

Primary : partecipanti UNDER 14 (Scuole Medie Inferiori)

Secondary : partecipanti UNDER 19 (Scuole Medie Superiori)

Un robot autonomo deve seguire una linea nera mentre affronta diversi ostacoli in un’arena formata da mattonelle con diversi motivi. Il pavimento è di colore bianco e le mattonelle si trovano su piani diversi connessi mediante rampe.

Alle squadre non è permesso toccare o pilotare il loro robot.

Il robot guadagna punti come segue:

15 punti per aver seguito il percorso su una mattonella ad un’intersezione o ad un vicolo cieco.

10 punti per aver aver superato un ostacolo (mattoni, blocchi, pesi e altri elementi larghi e pesanti). Al robot è richiesto di aggirare i vari ostacoli.

10 punti per aver ritrovato la linea dopo un’interruzione della linea (gap).

5 punti per aver superato un dosso (speed bumps).

Se il robot si blocca nel campo di gara, può essere riposizionato all’ultimo checkpoint visitato. Il robot guadagnerà dei punti quando raggiunge un nuovo checkpoint.

Alla fine del percorso con la linea ci sarà una stanza segnalata da una striscia di nastro d’argento (la zona di evacuazione). Il robot deve localizzare e trasportare le vittime vive (palline d’argento riflettente di 4-5 cm di diametro) o vittime morte (palline nere) nel punto di evacuazione in uno degli angoli della stanza. Il robot può guadagnare da 15 a 40 punti per ogni vittima, in base al livello di difficoltà.

di seguito le slide della lezione

(24)

Tagged under: ,

Lascia un commento

TOP